Istruzioni per 753678
Famose

Rampanti: “Sanabria una certezza: rinunciare a lui sarà complicato”

Cosa ne pensa della richiesta avanzata da lavoratori del settore e sindacati di aprire un tavolo di confronto per costruire una vera e propria modifica della legge vigente? Occorre ascoltare chi solleva queste istanze e poi sono convinta di una cosa: anche se ci fosse solo una persona con dipendenza da gioco, quella persona andrebbe aiutata e sostenuta, guai a mettere la testa sotto la sabbia. Allo stesso tempo occorre ascoltare le ragioni degli imprenditori e dei lavoratori che fanno affidamento sulle leggi dello Stato e, non da ultimo, dobbiamo guardare con attenzione a come si muove il mercato illegale: tutti i dati ci descrivono uno scenario inquietante anche nel Lazio, dove i clan della malavita, approfittando della chiusura forzata delle attività, stanno entrando nelle nostre città con giocate illegali e bische clandestine. Il ruolo della politica è quello di mediare tra le diverse istanze per raggiungere una regolamentazione equilibrata senza lasciare nessuno indietro. CHI È? La politica e la cura del bene comune sono sempre state la sua passione. Nel è stata capo di gabinetto del sindaco e poi consigliere comunale a Civitavecchia, vicesegretario del Pd della Provincia di Roma e nel vicecapo di gabinetto del presidente del consiglio regionale del Lazio. Pertanto è chiaro che sarebbe auspicabile una regolamentazione equilibrata nazionale.

Come a tavola quando si finisce di mangiare sistemi il tuo coltello e la tua forchetta in alto a destra del tuo piatto, con la forchetta a sinistra e il bisturi sulla destra, anche al tavolo da gioco esistono delle regole a cui attenersi se si vuole ottenere rispetto da parte degli altri giocatori. A giocare ormai abbiamo imparato, ma come comportarci al tavolo da gioco alcune volte proprio ce lo dimentichiamo. Ed allora, se proprio vogliamo diventare come quei professionisti che spesso seguiamo in tv, non ci resta altro da fare che seguire tali regole ed evitare gli errori comuni. Molti giocatori, specialmente i principianti, non sanno affinché vi sono certe regole non scritte nel mondo del poker. Dai professionisti ti puoi aspettare che tutti si rivolgano tra di loro con un certo rispetto al tavolo, come chiamato lo possiamo sicuramente notare in tutte quelle trasmissioni che oggi giorno si occupano del mondo del poker agonistico. Analizziamo quindi tali comportamenti al acuto di evitarli. Anche al tavolo da gioco sedersi equivale a dare il nostro biglietto da visita a chi non ci conosce. Prendere posto agiatamente ed avvicinarsi al tavolo con ammaestramento è ben altra cosa. Anche chi semplicemente assiste al gioco deve sforzarsi di seguire le stesse regole e ben più importante non deve giammai sedere esattamente dietro al giocatore come per vedere le sue carte.

Previous Post Next Post

Leave a Reply